Essiccazione

Processo che permette di eliminare l'acqua dalla pianta fresca per evaporazione

Il processo di essiccazione

L’essiccazione è un processo semplice ma estremamente delicato, poiché è necessario rispettare specifici accorgimenti al fine di ottenere un prodotto di qualità.

Successivamente alla raccolta, il materiale vegetale può essere direttamente lavorato al suo stato fresco, oppure nel caso si volesse ottenere polveritagli tisana (TT), oppure conservare la pianta per successive estrazioni, bisogna procedere al fine di togliere l’umidità della pianta.

Generalmente la quantità di acqua da eliminare attraverso l’essiccazione corrisponde al 70-75% del peso della pianta fresca.
Il materiale vegetale risulta correttamente essiccato quando contiene un quantitativo di acqua inferiore al 5% del peso.
L’essiccazione può essere effettuata naturalmente, sfruttando il calore naturale dell’aria, oppure artificialmente facendo uso di aria riscaldata, condizionata e deumidificatori.

Piante essiccate con essiccatori di Inherba

Essiccazione naturale

Nell’essiccazione naturale le piante vengono predisposte su degli appositi telai o cassette di legno con della carta assorbente sul fondo, entrambi coperti da una zanzariera per proteggere il materiale da insetti e polvere.

Se si raccolgono piante intere queste possono essere legate in mazzi e appese al soffitto.

Sono necessari degli ampi spazi coperti e ben areati (per esempio aie, cortili..) che non abbiano una esposizione al sole diretto: alte temperature comporterebbero la degradazione dei principi attivi termolabili o particolarmente volatili (per esempio piante ricche di oli essenziali) e quindi la perdita di qualità del prodotto.

Con il metodo naturale i tempi di essiccazione sono molto lunghi (circa 10-15 giorni) in relazione alle condizioni climatiche.

Si può facilmente correre il rischio che le erbe nel tempo di essiccazione vadano in contro a fenomeni di fermentazione.
Un’essiccazione di questo tipo viene sconsigliata negli ambienti temperato-umidi.

Essiccazione artificiale

Nell’essiccazione artificiale vengono adottate soluzioni in grado di modificare considerevolmente le capacità dell’aria di asportare umidità dal prodotto.

L’aria in genere viene riscaldata a una temperatura adeguata in modo da assicurare un’essiccazione in tempi brevi, ma allo stesso tempo che non deteriori la qualità della pianta.
E’ possibile effettuare un’essiccazione artificiale ponendo dei deumidificatori in un ambiente chiuso oppure attraverso specifici essiccatoi (tipo stufa termostatica, a cassoni sovrapposti, a cella).

 

Per saperne di più sulla Essiccazione

Piante officinali per decorare e insaporire piatti estivi

Giugno 27, 2017

Piante officinali estive per decorare, curare e insaporire

Calendula, pianta officinalis

Agosto 30, 2017

Calendula: pianta officinale per eccellenza

Ricette di paté estivi alle erbe aromatiche

Luglio 25, 2016

Patè estivi con erbe aromatiche

Mito storia e tradizione dell'equiseto

Settembre 5, 2018

Mito, storia e tradizione dell’equiseto

Scopri i nostri essiccatori

Visita il nostro shop

Iscrizione Newsletter

Abbonati alla nostra newsletter e resta aggiornato.

Utilizziamo Brevo come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Brevo per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso