dicembre 21, 2018

OLI ESSENZIALI PER IL CORPO E IL BENESSERE DELLA PERSONA: CURA DI TESTA E COLLO

Continua il nostro percorso di conoscenza del corpo attraverso le varie parti che lo compongono e gli oli essenziali che possono migliorarne la vitalità.

 

Partiamo dall’altro, dall’apice dalla nostra testa che comprende il capo, il collo, le tempie e il viso.

Del viso parlerò specificatamente in un altro articolo. In questo momento mi vorrei dedicare alle restanti parti.

 

La sede del 7° chakra (Sahasrara o chakra della corona) è proprio la sommità del nostro capo. Qui vi è il contatto con la divinità, la consapevolezza delle proprie potenzialità e capacità, è centro di stimoli nervosi e dei pensieri… non a caso quando si è stressati, sotto tensione, irritati è la testa che si fa sentire con emicranie, cefalee oltre a dolori cervicali e al trigemino.

Gli oli essenziali di Gelsomino e Neroli sono i più indicati per favorire uno sviluppo spirituale. Sono entrambi dei fiori bianchi molto profumati.

L’olio essenziale di Gelsomino è ricavato attraverso l’enfleurage o con l’impiego di solventi, per questo è indicato solo per uso esterno e molto diluito. Ha un’azione calmante e rilassante; in caso di ansia sono ottimi dei bagni caldi con l’aggiunta di questo O.E. per dare un meritato riposo alla nostra mente.

Anche il Neroli è perfetto come calmante del sistema Nervoso. L’olio essenziale di Neroli è ricavato in due modi: o per distillazione dei fiori di Arancio amaro in corrente di vapore o per enfleurage. Va usato anch’esso molto diluito e applicato sulle tempie con un olio vettore o una crema, per donare pace mentale.

 

A livello più fisico possiamo fare un automassaggio nel punto di dolore più intenso in caso di cefalee ed emicranie con diversi oli essenziali

O.E. Menta piperita 1 gtt – analgesico

O.E. Lavanda 2 gtt – rilassante

O.E. Limone oppure O.E. Rosmarino 2 gtt – disintossicanti

Mescoliamo ogni O.E. in un olio vettore (EVO, Mandorle, Jojoba) o una crema neutra e massaggiamo la parte facendo attenzione a non avvicinarci troppo alla zona oculare.

Ricordo che gli oli essenziali sono molto potenti, vanno sempre diluiti e bisogna maneggiarli con cura.

La Menta piperita dona una forte sensazione di frescura quasi fosse ghiaccio, in quanto stimola molto la micro circolazione sanguigna periferica, per questo va dosata con estrema cautela.

Possiamo anche massaggiare tutto il cuoio capelluto con un olio energizzante e fare un impacco da tenere almeno 20 minuti prima del lavaggio, massaggiando dalle orecchie andando verso la punta del capo con olio di cocco profumato con 3 gtt di Lavanda e 3 di Rosmarino (non usiamo la menta in quanto troppo rinfrescante per una zona cutanea così vasta).

 

Per un dolore acuto di cervicale si può utilizzare una crema a base di arnica con l’aggiunta di

O.E. di Cipresso – olio che aiuta a “portar fuori”

O.E. di Ginepro – antireumatico stimolante

O.E. di Rosmarino chemiotipo canfora – antalgico e antireumatico

 

Dedicarsi ad un massaggio, una coccola per sé stessi è un ottimo rimedio contro lo stress accumulato durante la giornata e per dare un piccolo break alla mole di pensieri che affollano la nostra mente.

 

Infine per dare un ultimo tocco di profumo rilassante possiamo usare degli oli di agrumi messi nel diffusore in quanto donano tranquillità e armonia.

 

FRANCESCA SCALMANA

 

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Oli essenziali per il corpo e il benessere della persona: cura delle mani

Enfleurage: antica tecnica per ottenere le essenze floreali

Olio essenziale di Rosmarino: utilizzi e proprietà 

Oli essenziali: il benessere in casa