novembre 23, 2018

IL PEDILUVIO: CURA DEI PIEDI E SOLLIEVO DEL CORPO

 

Raminghi in giro per il mondo… i nostri piedi toccano innumerevoli terre e ci permettono di visitare i luoghi che desideriamo. Rappresentano la base fisica del nostro corpo, le radici che ci ancorano alla terra e per questa ragione dobbiamo prendercene cura. Come forti radici portano alberi imponenti e magnifici, allo stesso modo piedi sani possono condurci ovunque. Troppo spesso ci dimentichiamo di loro, forse perché sono all’estremità del nostro corpo e il pensiero non ci bada, o forse perché costretti nelle scarpe.

 

Potremmo fare una macro distinzione dell’uso dei piedi dell’umanità: chi li usa troppo e chi invece troppo poco.

I primi passano intere giornate senza dargli tregua, se non pochi istanti, per via di lavori o attività che li costringono a stare sempre in piedi; ed è la sera l’unico momento in cui finalmente si riposano.

I secondi invece, anche se seduti su comode sedie, arrivano a fine giornata che non li sentono più, formicolanti e quasi atrofizzati per il movimento assente.

I latini dicevano in medio stat virtus ed è proprio nella via di mezzo che risiede il segreto. Ma se non si riesce, il pediluvio è indubbiamente un’ottima abitudine per ottenere sollievo.

 

Per pediluvio, in latino pediluvium, si intende “lavaggio dei piedi”, ma la definizione si può estendere all’immersione dei piedi in acqua a scopo curativo.

Ed è questa la chiave: prenderci cura dei piedi per prenderci cura di tutto il corpo.

Chiaramente già l’acqua di per sé apporta un sollievo, e addizionandovi dei sali per pediluvio, riusciamo a godere di tutti i benefici degli oli essenziali utilizzati nella loro formulazione. I sali infatti assorbono sui loro cristalli le molecole di olio essenziale ad essi aggiunto; basterà avere a disposizione: una bacinella, dei sali da sciogliere in acqua e, con gli oli essenziali adeguati, realizzeremo il pediluvio su misura per le nostre esigenze.

 

Di seguito una serie di oli essenziali utilizzabili per realizzare sali per pediluvio con specifiche caratteristiche e benefici:

  • Azione defaticante: Lavanda, Maggiorana, Limone, Menta, Ginepro
  • Azione rilassante: Camomilla, Lavanda, Arancio amaro, Pino cembro
  • Attività sulla sudorazione: Salvia, Mirto, Alloro
  • Gonfiori: Menta, Eucalipto, Ginepro
  • Azione a livello della circolazione: Rosmarino, Ginepro, Achillea millefoglie, Coriandolo, Limone, Pino, Rosa, Timo, Issopo, Zenzero
  • Attività antimicrobica: Tea tree, Origano, Timo, Menta, Maggiorana

La Lavanda (Lavandula angustifolia Miller), in particolare, è un olio essenziale molto versatile. È rilassante e sedativo: un pediluvio con sali alla Lavanda è infatti un ottimo rimedio contro l’insonnia e per alleviare i sintomi di ansia e stress. Inoltre ha azione defaticante quindi sa donare sollievo dopo una lunga giornata di lavoro.

 

L’Issopo (Hyssopus officinalis L.) invece ha un effetto equilibratore: migliora infatti il sistema circolatorio complessivo. È utile sia in caso di ipertensione che di ipotensione.

 

La Menta (Mentha x piperita L.), oltre alla sua azione rinfrescante, ha azione tonificante a livello dei capillari, è ottima per i gonfiori a piedi e caviglie, e presenta inoltre un’attività antisettica e antifungina.

 

Infine, oli essenziali balsamici come Menta, Eucalipto, Pino, Rosmarino e Santoreggia, se combinati insieme, possono creare la miscela perfetta per sali da pediluvio da usare nel periodo invernale, per contrastare i sintomi di tosse e raffreddore.

È opportuno sottolineare che i pediluvi possono essere realizzati utilizzando acqua sia calda che fredda: chiaramente in base alla temperatura cambieranno i benefici.

-Pediluvi caldi: dilatano i vasi. Favoriscono il rilassamento e conciliano il sonno. Sono anche indicati in caso di congestionamento delle vie nasali e respiratorie (tosse e raffreddore)

-Pediluvi freddi: restringono i vasi. Sono lenitivi, hanno un’azione antinfiammatoria e rinfrescante. Sono consigliati per caviglie gonfie e gambe affaticate.

 

Per la formulazione di sali per pediluvio posso utilizzare sale marino integrale o, in alternativa, i sali del Mar Morto. L’essenziale è utilizzare un sale grosso, integrale, non trattato né raffinato. Il sale marino integrale infatti ha potere disintossicante per la pelle.

I sali del Mar Morto sono, invece,  ricchi di oligoelementi e hanno un effetto rilassante. Inoltre rappresentano un vettore più specifico in quanto sono particolarmente indicati per micosi e irritazioni.

 

In generale, per realizzare i sali da pediluvio, la ricetta è la seguente:

  • 250 g sale marino integrale grosso
  • 20 gtt miscela O.E. a scelta

Preparazione:

Inserire nel barattolo il sale ed in seguito gli O.E. e agitare con cura. È necessario lasciar riposare, mescolando di tanto in tanto, per almeno 4-5 giorni; in questo modo gli oli essenziali riusciranno a penetrare nei cristalli di sale e la formulazione sarà pronta all’uso. Per ottenere una formulazione ideale lasciar riposare una settimana. I Sali possono essere conservati in barattoli di vetro ermetico.

 

Di seguito due ricette per preparare dei sali utili: nel primo caso per la circolazione, i muscoli e le articolazioni,  e nel secondo per un pediluvio rilassante dopo un’intensa giornata.

 

Ricetta n. 1 – circolazione

–          250 g sale marino integrale grosso

–          4 gtt O.E. Limone (Citrus limon (L.) Osbeck)

–          6 gtt O.E. Issopo (Hyssopus officinalis L.)

–          6 gtt O.E. Rosmarino (Rosmarinus officinalis L.)

–          5 gtt O.E. Ginepro – galbuli, foglie e rametti (Juniperus communis L.)

Per questa ricetta si consiglia di utilizzare acqua fredda per potenziare l’effetto antiinfiammatorio e riattivare al meglio la circolazione.

 

Ricetta n. 2 – relax

–          250 g sale marino integrale grosso

–          6 gtt O.E. Arancio amaro (Citrus aurantium var. amara L.)

–          6 gtt O.E. Lavanda (Lavandula angustifolia Miller)

–          4 gtt O.E. Camomilla (Matricaria recutita L.)

–          4 gtt O.E. Pino cembro (Pinus cembra L.)

Per questa ricetta si consiglia invece di utilizzare acqua calda per riuscire a raggiungere il massimo rilassamento e alleviare i sintomi di ansia e stress.

 

Modalità di utilizzo: aggiungere 2/4 cucchiai si sali all’interno di una bacinella di acqua calda o fredda. Tenere i piedi a mollo per circa 15-20 minuti.

Attenzione: in entrambi i casi l’acqua non deve essere né ghiacciata né ustionante. Gli eccessi di temperatura non fanno bene al nostro corpo.

 

Occorre soltanto ricordare che gli oli essenziali sono impiegati in gocce. Infatti sono sostanze molto concentrate, presentano molte molecole attive, alcune delle quali se usate in grandi quantità possono avere effetti tossici. Dunque è necessario utilizzarli con cautela e, se in dubbio, chiedere consiglio agli esperti.

 

FRANCESCA MILANI THOMAIN

 

 

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Bagno con erbe, fiori ed oli essenziali

Pelle sana e piante medicinali

Il Pungitopo, pianta per il Natale e per il benessere delle vene

Aromaterapia: il beneficio degli oli essenziali