settembre 24, 2021

FREQUENZE DI SAPORI CON ULTRASUONI IN GELATERIA

L’estrattore ad ultrasuoni può essere impiegato in numerosi ambiti e settori!

 

In gelateria consente l’estrazione di aromi di ogni genere in diverse basi liquide, come ad esempio: acqua, latte, panna…

In questa puntata di FREQUENZE DI SAPORI scopriamo come può essere utilizzato per la preparazione di una prelibatezza unica: un sorbetto al Mandarino tardivo di Ciaculli aromatizzato al Cardamomo, solo quattro ingredienti per un’esplosione di gusto!

 

Guarda subito la puntata!

 

 

 

Vuoi conoscere gli ingredienti di questo gustoso sorbetto?  eccoli!

 

SORBETTO AL MANDARINO E CARDAMOMO

Ingredienti:

succo fresco di Mandarino tardivo di Ciaculli 

frutti di Cardamomo interi

acqua

sciroppo di zucchero

 

Procedimento:

Miscelare succo di Mandarino, acqua e sciroppo di zucchero insieme.

Contundere i frutti di Cardamomo e spezzettarli con il coltello. Effettuare quindi l’estrazione del Cardamomo, inserendo la miscela liquida e la spezia nell’estrattore ad ultrasuoni e impostando il programma di estrazione “medium”.

Al termine dell’estrazione non rimane che filtrare il preparato, e porlo in mantecatura nella gelatiera. 

Si otterrà in pochissimo tempo un sorbetto dall’aroma e dal profumo unici, da mangiare in un sol boccone!

Mastro gelatiere Marco Savoia

della Gelateria Savoia

 

 

Ti stai chiedendo cos’è e come lavora l’estrattore ad ultrasuoni?

Questo sistema estrattivo sfrutta gli ultrasuoni, ossia quelle onde meccaniche sonore con frequenze superiori ai 20 kHz, per rompere le pareti cellulari e liberarne i principi attivi, che verranno quindi solubilizzati o dispersi nel solvente liquido utilizzato per l’estrazione. 

Questa metodica consente di lavorare a temperatura ambiente e in pochi minuti, garantendo così la stabilità delle molecole estratte.

Potendo utilizzare poi numerosi solventi estrattivi, viene consentita una vastissima versatilità di utilizzo. Se la sua destinazione d’uso è il settore erboristico o farmaceutico per l’estrazione dei principi attivi dalle piante officinali, possono essere impiegati solventi come acqua, alcool a diverse gradazioni, miscele di acqua-alcool-glicerina o un olio vegetale, come oliva, arachidi, mais, etc.

Ma se il suo campo d’applicazione è quello alimentare possono essere impiegati anche: succhi di frutta, latte, panna, vino, etc. per ottenere delle ottime basi per creme, lievitati, gelati, salse, sughi e quant’altro la fantasia suggerisce!

 

 

PER SAPERNE DI PIÙ

 

Scopri l’ESTRAZIONE AD ULTRASUONI oppure scopri LA TECNOLOGIA

   

 

 

Leggi anche:

FREQUENZE DI SAPORI CON ESTRATTORE AD ULTRASUONI – Osteria del Guà

FREQUENZE DI SAPORI CON ULTRASUONI IN PASTICCERIA – Pasticceria Dall’Omo

FREQUENZE DI SAPORI: DOLCI ESTRATTI AD ULTRASUONI – Pasticceria Roma