settembre 26, 2014

STRESS: COME COMBATTERLO CON LA FITOTERAPIA

aromatherapy01

Nel mondo vegetale esistono delle piante che, date le loro caratteristiche, sembrano create apposta per questo scopo: queste vengono classificate sotto il nome di piante adattogene.

 

Viene definita adattogena una pianta in grado di rafforzare e prolungare l’adattamento fisiologico dell’individuo ai fattori di stress, andando ad aumentare le capacità di difesa dell’organismo e le sue prestazioni fisiche ed intellettuali.
Una pianta adattogena deve pertanto agire come normalizzante, non deve interferire con le funzioni organiche e deve essere in grado di prolungare l’energia di adattamento nel caso in cui il fattore di stress sia eccessivo o perduri nel tempo.

 

L’Eleuterococco (Eleutherococcus senticosus Maxim.) ed il Ginseng (Panax Ginseng C.A Meyer), sono due chiari esempi di piante adattogene.
L’Eleuterococco è un ottimo tonico, utile per aumentare la capacità di concentrazione, migliorare le prestazioni fisiche e per riprendere le energie dopo una convalescenza.
La pianta migliora anche le difese immunitarie aspecifiche dell’organismo, agendo come immunomodulante.

 

Il Ginseng viene consigliato contro la stanchezza mentale e sessuale, particolarmente adatto negli uomini.

 

Un’altra pianta efficace contro lo stress e riconosciuta per le sue proprietà adattogene è la Rodiola (Rhodiola rosea L. = Sedum rhodiola DC.).
La pianta può essere considerata un valido tonico psicostimolante, in grado di migliorare le funzionalità cognitive, le prestazioni fisiche e il tono dell’umore.
L’effetto stimolante delle performance mentali e il miglioramento dell’umore sembra sia dovuto ad un aumento della serotonina a livello cerebrale (Grandi, 2008).
Come si sa, la serotonina viene considerata “l’ormone del buonumore” ed è coinvolta in numerose e importanti funzioni biologiche (regola i ritmi circadiani, interviene nel controllo dell’appetito e del senso di sazietà, è coinvolta nella percezione del senso di fatica, nel controllo della pressione sanguigna, nella motilità intestinale ed, infine, nel comportamento sessuale e nelle relazioni sociali).

Tutti conosciamo la relazione che è presente tra stress e comportamento alimentare e, anche in questo caso, la reazione è del tutto soggettiva e si può manifestare o con una mancanza di appetito o con la cosiddetta “fame nervosa”.
La Radiola, modulando lo stato emotivo e i livelli di serotonina, è in grado di ristabilire l’equilibrio fame-sazietà; la pianta sarebbe inoltre in grado di favorire la mobilitazione degli acidi grassi andando a stimolare la lipasi, enzima presente nel tessuto adiposo, responsabile della digestione dei grassi.
L’utilizzo della Rodiola diventa quindi molto importante nel momento in cui si verifica un aumento di peso legato a situazioni di forte stress.

 

Altre piante medicinali che possono essere di grande aiuto per contrastare lo stress, sono le piante ad azione antiossidante.
Ricordiamo quanto lo stress psico-fisico prolungato incida sulla produzione di radicali liberi, molecole altamente istabili che, se presenti in eccesso, determinano saturazione dei nostri meccanismi di detossificazione, creando danni irreversibili sulle strutture cellulari.

 

Le piante depurative con meccanismo antiossidante, sono le più indicate per garantire il miglior funzionamento degli organi emuntori (fegato, intestino, reni, polmoni e pelle), indispensabili per l’eliminazione di sostanze nocive come i radicali liberi.
Ottimi risultati si ottengono quindi associando alle piante adattogene, piante depurative e antiossidanti come Curcuma (Curcuma longa L.), Cardo mariano (Silybum marianum (L.) Gaertner), Bardana (Artium lappa L.) ma anche Rosa canina (Rosa canina L.) e Thè verde.

 

 

Al fine di recuperare al pieno lo stato di benessere e per affrontare al meglio le situazioni difficili, molto importante sarà riuscire a dormire bene e mantenere i ritmi regolari del sonno.
A questo scopo, ci vengono in aiuto le piante ad azione rilassante quali Biancospino (Crataegus monogyna Jacq.), Tiglio (Tilia cordata Mill.), Passiflora (Passiflora incarnata L.), Valeriana (Valeriana officinalis L.) e Melissa (Melissa officinalis L.).
In generale tutte queste piante agiscono anche limitando gli stati di ansia, quasi sempre presenti in caso d’ insonnia e stress.

 

Prendersi cura di se attraverso le piante medicinali, condurre uno stile di vita sano, affrontare le situazioni con ottimismo entusiasmo e…armarsi di buona pazienza, sono di sicuro tutti degli ottimi rimedi per combattere lo stress!