febbraio 5, 2016

L’AMORE?! QUESTIONE DI OLFATTO

il bacio Klimt_4

 

L’Amore non è più solamente un tema esclusivo di poeti, scrittori o cantanti.

Da decenni, infatti, diversi scienziati e team di ricerca cercano di dare una spiegazione “razionale” al perché siamo attratti da certe persone in particolare.

Chimica ed endocrinologia sono le discipline che più si evidenziano nei risultati delle diverse ricerche sui misteri dell’amore.

 

Secondo recenti studi, sarebbe l’olfatto uno dei maggiori responsabili nella scelta del partner ideale perché, proprio come accade per alcuni animali (api e formiche, ad esempio), attraverso la produzione di feromoni l’uomo sarebbe in grado di comunicare inconsciamente con i suoi simili ed interpretare i messaggi rilasciati dagli altri, attraverso gli organi coinvolti nella percezione degli odori.

 

Secondo alcuni esperti, inoltre, il senso dell’olfatto sembrerebbe capace di registrare ricordi e rievocare immagini nella nostra memoria in modo più intenso rispetto alle esperienze vissute con la vista, il tatto, il gusto e l‘udito.

Per questo, in alcuni settori già da alcuni anni si sta cercando di studiare tutte le reazioni del cervello umano di fronte agli stimoli olfattivi.

Ne è un esempio l’introduzione del marketing olfattivo come strategia di vendita al pubblico, che si adotta ormai da diverso tempo e registra risultati molto interessanti, tanto da essersi diffuso in modo molto rapido in vari settori: dall’industria alimentare a quella dell’abbigliamento.

 

Ma, che un profumo possa influenzare il nostro stato d’animo, le nostre decisioni sull’acquisto di un prodotto e addirittura farci innamorare, non è certo una gran scoperta! 

La scena vista e rivista nei film, di innamorati che sospirano nell’annusare la camicia o il foulard dell’amore lontano, cercando di richiamare alla mente ricordi ed emozioni, dice molto sulla nostra consapevolezza dell’importanza dell’olfatto nelle relazioni.

 

Gli antichi testi Veda, risalenti al V secolo a.C., narrano l’uso comune dell’estratto di Sandalo soprattutto da parte delle donne per profumare il proprio corpo e così ammaliare l’uomo amato.

 

Parlando di amore e profumi, sicuramente, a qualcuno di noi è venuta in mente l’immagine di una strega intenta ad elaborare pozioni per incantesimi d’amore.

Beh, difficilmente qualcuno lo ammetterà, ma in qualche momento della vita tutti abbiamo sperato nell’esistenza di un filtro miracoloso per conquistare il cuore di una persona speciale.

E, purtroppo, c’è chi cerca di vendere quest’illusione con presunti “profumi ai feromoni” che promettono grandi risultati ma per i quali, almeno finora, non esiste alcuna prova scientifica di efficacia. 

 

È ancora lunga la strada da percorrere in questo settore per la ricerca scientifica! 

Nonostante ciò, non perdetevi d’animo, l’aromaterapia potrebbe fare al caso vostro per creare un ambiente stimolante e rendere indimenticabile la vostra cena di San Valentino.

 

spa and aromatherapy set with rose flowers mortar and spices

 

Alcuni oli essenziali, come Noce moscata, chiodi di Garofano, Sandalo, Ylang-Ylang, Rosa di Damasco possiedono proprietà stimolanti e rilassanti, che aiutano a combattere lo stress (molte volte causa della mancanza di stimoli e apatia) e risvegliare il desiderio sessuale nel vostro partner, aiutarvi a sentirvi più sexy o più sicuri di voi stessi.

 

Potete consultare un esperto che vi consigli la combinazione perfetta per l’occasione.

I modi d’impiego possono essere vari a seconda dell’olio essenziale scelto e dell’uso che se ne vuol fare. Se pensate di dedicare un bel massaggio alla vostra amata, si possono combinare per esempio: chiodi di Garofano, Rosa di Damasco e Ylang-Ylang con un olio base di Mandorle dolci.

 

Il prezioso olio di Sandalo invece è perfetto da usare come aroma per la casa e creare un’atmosfera romantica.

In questo caso, sarebbe bene utilizzare un diffusore di essenze tipo aerosol per non bruciare l’estratto e alterare la sua composizione.

Ricordate, inoltre, che bastano 1 o 2 gocce di olio essenziale, non è necessario che l’odore sia persistente o intenso, le molecole agiranno ugualmente ed eviterete che l’olio scelto produca effetti indesiderati.

 

Speriamo possiate approfittare di tutte le proprietà degli oli essenziali per conquistare la persona amata o consolidare la vostra relazione.

Usare certi trucchi non è certo un atto sleale e per San Valentino un pizzico di malizia non fa mai male 😉

 

ANNALISA PORRU

 

Articoli che potrebbero interessarti:

Oli essenziali: cosa sono?

Il profumo degli oli essenziali per risvegliare le emozioni

Bagno con erbe, fiori ed oli essenziali

Olio essenziale di Nardo indiano: segno di devozione e amore

Damiana, la pianta afrodisiaca dei Maya

Capodanno sensuale con l’olio essenziale!