settembre 9, 2014

BUDINO DI MELE E ROSA CANINA

rosa canina cesto

Non c’è niente di meglio che associare il benessere al gusto!
Ecco come una ricetta sfiziosa può diventare benefica soprattutto in questo periodo dell’anno, in cui le nostre difese immunitarie sembrano scarseggiare.
E quindi tiriamoci su con una buona dose di vitamina C!

I frutti (più correttamente cinorrodi) di Rosa canina sono una delle migliori fonti di vitamina C presenti in natura.
Dove trovarli? Basta una semplice passeggiata in un bosco, un cestino e dei guanti!
Una bella camminata in mezzo alla natura, il sole e una buona compagnia sono di sicuro efficaci metodi per aumentare ulteriormente le nostre energie!

 

Ingredienti (per 4 persone):

600 g. di mele
½ bicchiere di vino bianco
200 g. di zucchero di canna
50 g. di pan grattato
50 g. di biscotti secchi sbriciolati
½ bicchiere di latte di capra
2 uova
1 bastoncino di cannella
1 cucchiaino di vaniglia in polvere
2 cucchiai di gelatina di bacche di Rosa canina

 

Preparazione:

Cuocete le mele sbucciate e affettate con il vino e lo zucchero, la cannella e ½ bicchiere d’acqua.
Appena cotte, togliete la cannella e lasciate raffreddare, unite il pangrattato, i biscotti sbriciolati, il latte, i tuorli, la vaniglia e la gelatina di bacche di Rosa canina.
Amalgamate bene, quindi unite gli albumi montati a neve ferma.
Versate il composto in uno stampo di silicone o ricoperto con la carta da forno e cuocete a bagno maria in forno a 200°C per 40 minuti.
Lasciate raffreddare, capovolgete e servite.

 

 

GELATINA DI ROSA CANINA

Ingredienti:
1,5 kg di bacche di rosa canina
2 mele
800 g. di zucchero di canna

Preparazione:
Sciacquare e far asciugare le bacche all’aria. Tagliatele a metà dopo aver eliminato la parte nera inferiore.
Tagliare a cubetti le mele lasciando buccia, torsoli e semi (favoriscono l’addensamento della gelatina).
Far sobbollire le bacche di Rosa canina insieme ai pezzetti di mela in 800 ml di acqua per circa 30 minuti fino ad ottenere una purea.
Utilizzare un canovaccio di lino (o un filtro a maglia stretta) e posizionarlo al di sopra di una terrina capiente.
Versare la purea al di sopra del canovaccio e lasciar sgocciolare tutta la notte (si consiglia di porre al di sopra della polpa di rosa canina un peso al fine di favorire il processo di filtrazione).
Successivamente strizzare accuratamente il panno in modo da recuperare tutto il succo ottenuto e trasferirlo in una pentola.
Posizionarla sul fuoco a fiamma bassa, aggiungere lo zucchero, mescolando accuratamente e portare ad ebollizione.
Spegnere il fuoco e la gelatina è così pronta.
La consistenza ottenuta dovrebbe essere quella di uno sciroppo denso.

 

 

Scheda pianta:

Rosa canina (Rosa canina L.)

 

 

Articoli che potrebbero interessarti:

Rosa canina: una sorgente di Vitamina C

Goji, la pianta della giovinezza

Olivello spinoso: un antico rimedio anti-fatica

Vitamine: le ammine della vita

Oli essenziali: un sollievo per le vie respiratorie

Contro il grande caldo: bevanda rinfrescante alla Menta piperita e Rosa canina